Urina di cammello, il drink consigliato dall’islam

Urina cammello musulmani

Una tradizione molto diffusa tra i musulmani è quella di bere l’urina di cammello a scopo medicinale. Questa superstizione è fondata sull’esempio del profeta Maometto, il quale prescriveva questa vera e propria schifezza per curare alcune malattie, credendo che avesse delle forti proprietà curative.

Sahih Muslim Book 16 Hadith 4130:
Anas b. Malik ha riferito che alcune persone appartenenti (alla tribù) di ‘Uraina andarono dal Messaggero di Allah a Medina, ma trovarono un clima non congeniale per loro. Così il Messaggero di Allah disse loro: Se è così, potete andare dai cammelli di Sadaqa e bere il loro latte e nelle urine. Lo fecero e stettero meglio.

Sahih al-Bukhari Volume 4, libro 52, Hadith 261
Narrated Anas bin Malik:
Otto uomini della tribù di ‘Ukil giunsero al Profeta e trovarono il clima di Medina inadatto per loro. Così, essi dissero, “O Apostolo di allah! Forniscici del latte.” L’Apostolo di Allah disse, “Vi consiglio di unirvi ai pastori dei cammelli.” Così questi andarono e bevvero del latte e dell’urina dei cammelli (come medicina) finché non divennero grassi e in salute. Quindi uccisero il pastore e guidarono via i cammelli, e divennero infedeli dopo essere stati Musulmani. Quando il Profeta fu informato da una persona che gridava chiedendo aiuto, mandò alcuni uomini all’inseguimento, e prima che il sole sorse alto, questi gli furono portati innanzi, ed egli gli fece tagliare mani e piedi. Quindi chiese dei chiodi, che vennero scaldati e passati sopra i loro occhi, e furono lasciati in Harra (si tratta di un altopiano roccioso presso Medina). Domandarono dell’acqua, e nessuno gliene fornì finché non morirono.

Si vedano anche altri hadith: Sahih al-Bukhari Book 4 Hadith 234, Sahih al-Bukhari Volume 2, Libro 24, Hadith 577, etc…

Oppure la biografia di Maometto:

Sirat Rasul Allah, di Ibn Ishaq, 999:
“nel raid di Muharib e B. Thalaba l’apostolo avevano catturato uno schiavo chiamato Yasar, e lo mise a capo della sua madria di cammelli come pastore, nel quartiere di al-Jamma. Alcuni uomini di Qays di Kubba di Bajila colpiti da un’epidemia e un ingrossamento della milza, andarono dall’apostolo, il quale disse loro che se fosservo andati dai cammelli da latte e avessero bevuto loro latte e la loro urina sarebbero guariti, così andarono. Quando recuperarono la loro salute e una volta che i loro ventri si sgonfiarono fino alla grandezza normale, si scagliarono sul pastore dell’apostolo Yasar, lo uccisero, gli infilarono delle spine negli occhi e mandarono via i suoi cammelli. L’apostolo mandó Kurz b. Jabir alla ricerca. Lui li catturò e li portò dall’apostolo mentre questi tornava dall’assalto di Dhu Qarad. Egli tagliò loro mani e piedi e cavò loro gli occhi.”

CONSIDERAZIONI:

Maometto ha detto ai musulmani di bere l’urina di cammello, convinto dei suoi effetti medicali. Probabilmente l’auto-proclamato profeta di Dio aveva ereditato questa convinzione dai beduini, e lui, se ciò fosse vero, continuando a credere in questa superstizione tribale ha dimostrato di non sapere cosa è giusto e cosa non lo è, di conseguenza ha dimostrato ancora una volta di non essere affatto un inviato di Dio. Per cui la Sunna (fatti e detti di Maometto), a differenza di quanto sostengono i musulmani, contiene esempi da NON seguire. Qualsiasi medico sa che l’urina è un prodotto di scarto che contiene prodotti metabolici (scorie dannose, soprattutto urea) presenti nel sangue e non ha nessuna proprietà medica. Si noti che il Sirat Rasul Allah parla di “milza allargata”. La milza è un organo che filtra sostanze inutili dal sangue. Inoltre aiuta il corpo a combattere le infezioni. Bere urina di cammello per guarire la milza non può essere di nessun aiuto. Inoltre l’urina di cammello non contiene anticorpi, a meno che l’animale nel suo argano non stia combattendo un’infezione. In tal caso l’urina di cammello non può che rischiare di far ammalare una persona e causare una grave epidemia. Infatti il consumo di urina di cammello da parte dei musulmani è la più probabile causa dell’origine nel Medio Oriente della sindrome respiratoria Coronavirus (MERS). Proprio per questo motivo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha messo in guardia: “Smettere di bere urina di cammello“.

Alla luce di questa evidenza, se Maometto fosse davvero il profeta che Dio ci ha inviato per sapere cosa fare e cosa non fare in ogni circostanza, dovremmo desumere che Allah ha tentato di trarre in inganno l’umanità per farle bere una cosa tanto disgustosa quanto nociva come la pipì di cammello?
I musulmani sì, vengono tratti in inganno, poiché, è proprio il caso di dirlo, essi se la bevono,  credendo che Maometto è stato un profeta che ha ricevuto una rivelazione divina ed è “il miglior esempio da seguire”. Di conseguenza i musulmani continuano a prescrivere urina di cammello come prodotto medico, nonostante non vi sia alcuna prova che tale sostanza abbia qualche proprietà medicale ma che, al contrario, possa essere persino nociva per la salute di chi l’assume.

https://youtu.be/XNbefJLsi7Y

Precedente Maometto, la tortura e la decapitazione di Kenana Successivo La crudeltà di Maometto, l'inviato di Allah

Lascia un commento

*