Il Corano e le scoperte scientifiche – La Nebulosa Occhio di Gatto

L’islam è una religione che, nel 2016, possiamo tranquillamente definire ridicola senza che questa affermazione possa essere considerata un’offesa gratuita e irrispettosa. Il motivo è da ricercare nella fonte primaria della sua fonte primaria, ossia il Corano. Chiunque abbia la capacità di fare ragionamenti logici non può che essere d’accordo su questo. Il Corano è un libro che contiene moltissimi errori scentifici, grammaticali, storicilogici etc… Per non parlare delle contraddizioni con se stesso. Se non fosse che da sempre l’islam è la causa della sofferenza e dell’arretratezza di miliardi di persone, di fronte a tutta questa insensatezza potremmo semplicemente scuotere la testa senza perderci troppo tempo.

Purtroppo però il mondo non è abitato solo da persone razionali, e l’islam è giustappunto alla ricerca di quelle persone che non hanno sufficiente capacità di analisi e di critica. Persone suggestionabili, che in genere si trovano in un periodo di difficoltà dovuto a problemi personali. Quindi persone deboli, poco lucide, bisognose di qualcosa: di una verità preconfezionata, di un senso di appartenenza, magari di un matrimonio combinato etc…

Poi ci sono i musulmani indottrinati sin dalla nascita, che devono auto-convincersi che l’islam è davvero la religione di un Dio, per cui cercano disperatamente di trovare segni di Allah nelle cose più bizzarre. In mancanza di appigli logici spono costretti a vedere miracoli che non esistono.

Secono i musulmani il miracolo più grande di Allah è il Corano, e ciò sarebbe provatpo sia dalla sua inimatibilità sia dal fatto che conterrebbe verià scientifiche che non potevano essere conosciute al tempo della rivelazione a Maometto. A nostro avviso se in tutta questa storia c’è un miracolo risiede nel fatto che ancora oggi 1,2 miliardi di persone leggano questo non-sense e non si rendano conto che si tratta di una sorta di bufala secolare.

Come possiamo verificare anche in questo post, una delle argomentazioni più bizzarre dei musulmani (ce ne sono tante, alcune le abbiamo già affrontate in questo articolo, altre le affronteremo prossimamente) è che la Nebulosa Occhi di Gatto sarebbe stata predetta nel Corano (55:37-38):

“Quando si fenderà il cielo e sarà come cuoio rossastro, quale dunque dei benefici del vostro Signore negherete?”

corano nebulosa

La Nebulosa Occhio di Gatto, immagine composita costituita da immagini nel visibile (Telescopio spaziale Hubble) e nei raggi X (Chandra X-ray Observatory)

Questa foto è stata scattata dal telescopio spaziale Hubble della NASA e il suo soggetto, la Nebulosa Occhi di Gatto, è l’esplosione di una Supernova avvenuta circa 3.000 anni fa. Si tratta di un’esplosione a clessidra vista dall’alto. Al centro è visibile la stella. Teoricamente esistono milioni di esplosioni come questa nell’universo, e molte sono nella nostra stessa galassia. Esplosioni simili hanno avuto luogo per miliardi di anni, e continueranno ad accadere per migliaia di miliardi di anni. In teoria tutte le stelle, quando esauriscono il loro combustibile nucleare (l’idrogeno) muoiono e se la loro massa è sufficientemente grande esplodono ed emettono gas dai loro assi come delle clessidre.

Questa nebulosa è molto più complessa delle altre, e questo ci suggerisce che sia stata originata da un sistema di stelle doppie. L’effetto delle due stelle orbitanti l’una attorno all’altra può spiegare l’intricata struttura risultante (le due stelle sono troppo vicine per essere viste individualmente da Hubble, ed invece, appaiono come un singolo punto luminoso al centro della nebulosa).

nebulosa corano scienza

Nebulosa Clessidra

Quest’altra nebulosa, anch’essa a clessidra, è il risultato di un’esplosione simile verificatasi a circa 8.000 anni luce di distanza dalla Terra.

Maometto era un profeta di sventura. Egli amava spaventare la gente con racconti di fuochi rutilanti ed eventi terribili. I versi sopracitati sono una delle sue numerose performance di sobillatore delle masse. In questi versi sta minacciando i suoi seguaci dicendogli che un giorno il cielo si aprirà e diventerà rosso (per il fuoco).

La Nebulosa Occhi di Gatto, che può essere vista solo con l’aiuto dei più potenti telescopi posti al di là dell’atmosfera terrestre, non ha nulla a che vedere con quello che ha detto Maometto. Non è affatto spaventosa. Ha avuto luogo circa 1.500 anni prima della nascita di Maometto, e non ha praticamente nessun effetto sul nostro sistema solare e sul nostro pianeta.

Le fotografie sono state scattate dalla NASA nello spettro infrarosso o a raggi X. Quindi, le immagini che vedete sono pressoché invisibili ad occhio nudo (dal momento che non possiamo vedere gli infrarossi e i raggi X come colori). Dei finti colori sono stati aggiunti dalla NASA quando queste foto sono state rilasciate. Il modo in cui funziona l’algoritmo che genera questi valori è arbitrario, è possibile fornirgli un colore qualsiasi ed esso sfumerà la foto in funzione di quello spettro. Potete cercare in rete il termine “false color” relativamente alla trasmissione di immagini da satellite o da telescopio.

Quindi, se la NASA (quindi gli infedeli), avesse “colorato” l’immagine di verde e non di rosso, dove sarebbe l’argomento?

Queste sono altre nebulose formate da stelle morenti. In questo caso dei colori è dovuta alla differente composizione dei gas che hanno emesso.

miracoli scientifici del corano

miracoli del coranoscoperte scientifiche nel corano
miracoli del coranonebulosa corano

scoperte scientifiche corano

Lascia un commento

*