Aisha la sposa bambina di Maometto

aisha

Il pensiero di un uomo anziano che si eccita alla vista di una bambina è una delle cose più turpi a cui possiamo pensare e ci ricorda quanto la pedofilia sia detestabile. E’ quindi difficile accettare che Maometto, il “Santo Profeta” dell’islam, abbia sposato Aisha quando questa era ancora una bambina dell’età di sei anni e che abbia consumato il matrimonio quando ne aveva nove. All’epoca Maometto aveva ben cinquantaquattro anni.

Sahih Muslim Libro 8, Numero 3310:

‘Aisha (che Allah sia compiaciuto di lei) ha riportato: l’Apostolo di Allah (che la pace sia su di lui) mi ha sposata quando avevo sei anni, e sono stata ammessa in casa sua quando ne avevo nove.

Sahih Bukhari Volume 7, Libro 62, Numero 64:

Narrato da ‘Aisha:
…che il Profeta l’ha sposata quando lei aveva sei anni e ha consumato il matrimonio quando aveva nove anni, e che lei rimase con lui per nove anni (cioè fino alla sua morte).

Sahih Bukhari Volume 7, Libro 62, Numero 65:

Narrato da ‘Aisha:
…che il Profeta l’ha sposata quando aveva sei anni e ha consumato il suo matrimonio quando ne aveva nove. Hisham ha detto: “Sono stato informato che ‘Aisha rimase con il Profeta per nove anni (cioè fino alla sua morte.)”

Sahih Bukhari Volume 7, Libro 62, Numero 88:

Narrato da ‘Ursa:
Il Profeta scrisse (il contratto di matrimonio) con ‘Aisha quando lei aveva sei anni e consumò il suo matrimonio con lei quando ne aveva nove e lei rimase con lui per nove anni (fino alla sua morte).

Per spirito di completezza elencheremo tutte le altre hadith inerenti all’età di Aisha, sia Sahih che non Sahih, mostrando come non vi siano contraddizioni nelle hadith sahih di Bukhari, Muslim e Ibn Majah, e anche in quelle di Abu Dawud. Le uniche contraddizioni “minori” sono quelle con le tradizioni di autenticità “minore” (non Sahih) come i lavori di Tabari.

Sahih Muslim Libro 8, Numero 3309:

Aisha (che Allah si compiaccia di lei) riporta:
Il Messaggero di Allah (che la pace sia su di lui) mi sposò quando avevo sei anni, e venni ammessa nella sua causa all’età di nove. Lei ha aggiunto: Ci recammo a Medina e io ebbi un attacco di febbre per un mese, e i miei capelli erano scesi fino ai lobi delle orecchie. Umm Ruman (mia madre) venne a me e io ero in quel momento su un’altalena insieme alle mie compagne di gioco. Mi chiamò forte e io venni a lei e non sapevo cosa volesse da me. Mi prese per mano e mi portò alla porta, e io dicevo: Ha, ha (come se stessi ansimando), fino a quando l’agitazione nel mio cuore terminò. Mi portò ad una casa, dove si erano riunite le donne degli Ansar. Esse tutte mi benedirono a mi augurarono buona fortuna e dissero: Possa tu avere la tua parte di bene. Lei (mia madre) mi consegnò a loro. Esse lavarono la mia testa e mi imbellirono e nulla mi spaventò. Il Messaggero di Allah (che la pace sia su di lui) venne a me nella mattina, e io fui consegnata a lui.

Sahih Muslim Libro 8, Numero 3311:

‘Aisha (che Allah sia compiaciuto di lei) riporta che l’Apostolo di Allah (sia la pace su di lui) la sposò quando lei aveva sette anni, e che venne portata in casa sua come sposa quando ne aveva nove, e le sue bambole erano con lei; e quando lui (il Santo Profeta) morì lei aveva diciotto anni di età.

Sahih Bukhari volume 5, Libro 58, Numero 236:

Narrato dal padre di Hisham:
Khadija morì tre anni prima che il Profeta partì verso Medina. Rimase colà per circa due anni e quindi sposò ‘Aisha quando era una bambina di sei anni di età, ed egli consumò quel matrimonio quando lei aveva nove anni.

Sahih Bukhari Volume 5, Libro 58, Numero 234:

Narrato da Aisha:
Il Profeta mi fidanzò quando ero una bambina di sei (anni). Siamo andati a Medina e risidevamo nella casa di Bani-al-Harith bin Khazraj. Quindi sono stata malata e i miei capelli caddero. Più tardi i miei capelli crebbero (ancora) e mia madre, Um Ruman, venne a me mentre giocavo in altalena con alcune mie amiche. Mi ha chiamata, e io sono andata da lei, non sapendo cosa voleva fare. Mi ha preso per la mano e mi ha fatto stare in piedi innanzi alla porta di casa. Ero senza respiro, e quando il mio respiro tornò normale, prese dell’acqua e mi pulì il capo e la testa con essa. Quindi mi portò dentro la casa. Nella casa vidi alcune donne Ansari che dissero, “I migliori auguri e le Benedizioni di Allah e una buona fortuna.” Quindi mi consegnò a loro e mi prepararono (per il matrimonio). Inaspettatamente l’Apostolo di Allah venne a me nella sera e mia madre mi consegnò a lui, e a quel tempo ero una ragazza di nove anni di età.

Abu Dawud, Volume 2, Numero 2116:

Aisha disse, “L’Apostolo di Allah mi sposò quando avevo sette anni.” (Il narratore Sulaiman dice: “O sei anni.”). “Egli ebbe rapporti sessuali con me quando avevo nove anni.”

Sunan Abu-Dawud Libro 43, Numero 4915:

Narrato da Aisha, Umml Mu’minin:
L’Apostolo di Allah (sia pace su di lui) mi sposò quando avevo 7 o 6 anni. Quando arrivammo a Medina, vennero alcune donne. In accordo alla versione di Bishr: Umm Ruman venne a me quando stavo facendo l’altalena. Mi presero, mi prepararono e mi decorarono. Venni quindi portata all’Apostolo di Allah (sia pace su di lui), e lui prese coabitazione con me quando avevo nove anni. Lei mi fermò alla porta, e io scoppiai a ridere.

Sunan Abu-Dawud Libro 43, Numero 4916:

Narrato da Abu Usama
La tradizione menzionata qui sopra (No. 4915) è stata trasmessa anche da Abu Usamah in maniera simile nonostante una differente catena di narratori. Questa versione dice: “Con buona fortuna.” Essa (Umm Ruman) mi consegnò a loro. Esse lavarono la mia testa e mi rivestirono. Nessuno venne a me improvvisamente tranne l’Apostolo di Allah (che sia pace su di lui) alla sera. Così esse mi consegnarono a lui.

Sunan Abu-Dawud Libro 41, Numero 4917:

Narrato da Aisha, Ummul Mu’minin:
Quando giungemmo a Medina, le donne vennero a me mentre giocavo sull’altalena, e i miei capelli erano lungo le mie orecchie. Mi portarono, mi prepararono, e mi decorarono. Quindi mi portarono all’Apostolo di Allah (che sia pace su di lui) ed egli prese coabitazione con me, quando avevo nove anni.

Sunan Nasa’i 1 #18 p-108
Quando Hadrat Aisha superò i nove anni di vita matrimoniale, il Santo Profeta Maometto (pace e benedizioni di Allah su di lui) cadde preda di una malattia mortale. Il giorno 9 o il 12 di Rabi-ul-Awwal 11 A.H., egli lasciò il mondo mortale. Hadrat Aisha aveva diciotto anni di età nel momento in cui il Santo Profeta Muhammad (pace e benedizioni di Allah su di lui) spirò e rimase vedova per quarantotto anni fino a quando non morì all’età di sessantasei anni.”

Ibn-i-Majah 3:1876 p.133
AishaAisha si sposò quando aveva sei anni di età, e nove anni quando andò presso la casa di Maometto.

Ibn-i-Majah 3:1877 p.134
AishaAisha si sposò a sette anni, andò presso la casa di Maometto a nove anni, ed aveva 18 anni quando Maometto morì. Secondo al-Zawa’id, questa isnad è sahih secondo la condizione di Bukhari. Ciononostante Abu ‘Ubaida non ha sentito da suo padre, così essa è munqata (ha un anello mancante)

al-Tabari vol.9 p.129-131
AishaAisha aveva 6 (o 7) anni di età quando si sposò, e il matrimonio fu consumato quando aveva nove anni.
Muhammad b. ‘Amr è uno dei tramandatori.

al-Tabari vol.7 p.7
AishaAisha aveva 6-7 anni quando si sposò, e il matrimonio venne consumato quando aveva 9 o 10 anni, tre mesi dopo essere giunto (da) Mecca. La catena di tramandatori include un uomo non nominato dei Quraysh.

Mishkat al-Masabih, Vol. 2, p 77
AishaAisha disse di avere nove anni di età quando l‘atto della consumazione ebbe luogo e lei aveva le sue bambole con lei.

Alcuni Musulmani affermano che fu Abu Bakr (il padre di Aisha) ad avvicinare Maometto chiedendogli di sposare sua figlia. Ciò naturalmente non è vero e questa è la prova:

Sahih Bukhari Volume 7, Libro 62, Numero 18:

Narrato da ‘Ursa:
Il Profeta chiese ad Abu Bakr la mano di ‘Aisha in matrimonio. Abu Bakr disse “Ma io sono tuo fratello.” Il Profeta disse, “Tu sei mio fratello nella religione di Allah e del Suo Libro, ma lei (Aisha) è una legittima sposa per me.”

Gli arabi erano tribù primitive che seguivano poche regole e tradizioni. Ciononostante avevano un codice etico che onoravano scrupolosamente. Ad esempio, nonostante combattessero tutto l’anno, si astenevano dalle ostilità durante alcuni mesi sacri. Consideravano Mecca una città santa e non muovevano guerra contro di essa. La moglie di un figlio adottivo era considerata una figlia acquisita e non la sposavano. Era anche costume di quei tempi che gli amici intimi stringessero un patto di fratellanza e si considerassero fra loro come veri fratelli. Ma Maometto ignorava tutte queste regole ogni volta che si sovrapponevano tra lui e i suoi interessi o desideri.
Abu Bakr e Maometto si erano dichiarati fratelli. Secondo i costumi dell’epoca Aisha sarebbe dovuta essere come una nipote per il Santo Profeta. Questo però non lo dissuase dal chiedere la sua mano, anche quando lei aveva solo sei anni.
Ma questo Profeta moralmente relativista avrebbe usato la stessa scusa per rifiutare una donna che non era di suo gradimento.

Sahih Bukhari Volume 7, Libro 62, Numero 37:

Narrato da Ibn ‘Abbas:
E’ stato detto al Profeta, “Non vorresti sposare la figlia di Hamza?” Lui disse, “Lei è la mia nipote adottiva (figlia del fratello).”

Sia Hamza che Abu Bakr erano fratelli adottivi di Maometto. Ma Aisha doveva essere troppa bella agli occhi di Maometto per rispettare i codice etici e le tradizioni.

Nella Hadith seguente Maometto confida ad Aisha di averla sognata prima di chiedere la sua mano al padre.

Sahih Bukhari Volume 9, Libro 87, Numero140:

Narrato da ‘Aisha:
L’Apostolo di Allah mi ha detto, “Tu mi sei stata mostrata due volte (nei miei sogni) prima che io ti sposassi. Ho visto un angelo che ti trasportava in un drappo di seta, e io gli ho detto, ‘Scopri (lei), e meraviglia, eri tu. Ho detto (a me stesso), ‘Se questo viene da Allah, allora deve accadere.’ Quindi sei stata mostrata a me, l’angelo ti trasportava in un drappo di setto, e io gli ho detto, ‘Scopri (lei), e meraviglia, eri tu. Ho detto (a me stesso), ‘Se questo viene da Allah, allora deve accadere.’”

Ci sono persino altre Hadith che rivelano esplicitamente l’età di Aisha nel momento del suo matrimonio. Quelle sotto elencate sono alcune di queste:

Sahih Bukhari volume 5, Libro 58, Numero 236:

Narrato dal padre di Hisham:

Khadija morì tre anni dopo che il Profeta partì verso Medina. Rimase colà per circa due anni e quindi sposò ‘Aisha quando era una bambina di sei anni di età, ed egli consumò quel matrimonio quando lei aveva nove anni.

Sahih Bukhari Volume 5, Libro 58, Numero 234:

Narrato ad Aisha:

Il Profeta mi fidanzò quando ero una bambina di sei (anni). Siamo andati a Medina e risidevamo nella casa di Bani-al-Harith bin Khazraj. Quindi sono stata malata e i miei capelli caddero. Più tardi i miei capelli crebbero (ancora) e mia madre, Um Ruman, venne a me mentre giocavo in altalena con alcune mie amiche. Mi ha chiamata, e io sono andata da lei, non sapendo cosa voleva fare. Mi ha preso per la mano e mi ha fatto stare in piedi innanzi alla porta di casa. Ero senza respiro, e quando il mio respiro tornò normale, prese dell’acqua e mi pulì il capo e la testa con essa. Quindi mi portò dentro la casa. Nella casa vidi alcune donne Ansari che dissero, “I migliori auguri e le Benedizioni di Allah e una buona fortuna.” Quindi mi consegnò a loro e mi prepararono (per il matrimonio). Inaspettatamente l’Apostolo di Allah venne a me nella sera e mia madre mi consegnò a lui, e a quel tempo ero una ragazza di nove anni di e.

E in un’altra Hadith leggiamo:

Sunan Abu-Dawud Libro 42, Numero 4915, e anche Numero 4916  e Numero 4917:

Narrato da Aisha, Umml Mu’minin:

L’Apostolo di Allah (sia pace su di lui) mi sposò quando avevo 7 o 6 anni. Quando arrivammo a Medina, vennero alcune donne. In accordo alla versione di Bishr: Umm Ruman venne a me quando stavo facendo l’altalena. Mi presero, mi prepararono e mi decorarono. Venni quindi portata all’Apostolo di Allah (sia pace su di lui), e lui prese coabitazione con me quando avevo nove anni. Lei mi fermò alla porta, e io scoppiai a ridere.

Nelle Hadith qui sopra leggiamo che Aisha giocava con l’altalena, questo è un gioco da bambini e non da persone adulte. La Hadith seguente è particolarmente interessante perché mostra che Aisha era così piccola che non si rendeva conto di cosa stesse accadendo quando Maometto la “sorprese” venendo a lei.

Sahih Bukhari Volume 7, Libro 62, Numero 90:

Narrato da Aisha:

Quando il Profeta mi sposò, mia madre venne a me e mi fece entrare in casa (del Profeta) e niente mi sorprese come quando l’Apostolo di Allah venne a me in serata.

Dev’essere stata decisamente una sorpresa! Ma anche la seguente hadith è interessante in quanto mostra che lei era semplicemente una bambina che giocava con le bambole. Prestate attenzione a ciò che il traduttore scrive tra parentesi.

Sahih Bukhari Volume 8, Libro 73, Numero 151:

Narrato da ‘Aisha:

Era mia consuetudine giocare con le bambole in presenza del Profeta, e con me giocavano anche le mie amiche. Quando l’Apostolo di Allah entrava (nella nostra residenza) loro si nascondevano, ma il Profeta le chiamava e continuavano a giocare con me. (Il giocare con le bambole e oggetti simili era proibito, ma era permesso ad ‘Aisha a quel tempo in quanto era ancora una bambina pre-pubescente.) (Fateh-al-Bari pagina 143, Vol.13)

Sahih Muslim Libro 8, Numero 3311:

‘Aisha (che Allah sia compiaciuto di lei) riporta che l’Apostolo di Allah (sia la pace su di lui) la sposò quando lei aveva sette anni, e che venne portata in casa sua come sposa quando ne aveva nove, e le sue bambole erano con lei; e quando lui (il Santo Profeta) morì lei aveva diciotto anni di età.

Il “Santo Profeta” morì all’età di 63 anni. Quindi aveva sposato Aisha quando ne aveva 51 e consumato il matrimonio quando ne aveva 54.

Sahih Bukhari Volume 8, Libro 73, Numero 33:

Narrato da ‘Aisha:

Non mi sono mai sentita così gelosa di nessuna donna come mi seniti per Khadija, nonostante fosse morta tre anni prima che il Profeta mi sposasse, e questo perché ho sentito che lui la menzionava troppo spesso, e perché il suo Signore aveva ordinato a lui di darle il lieto annuncio che lei avrebbe avuto un palazzo in Paradiso, fatto di Qasab e perché lui era solito sacrificare una pecora e distribuirne la carne tra gli amici di lei.

Khadija morì nel Dicembre del 619 d.C.. Sono due anni prima della Hijra. A quel tempo il Profeta aveva 51 anni. Quindi nello stesso anno in cui Khadija morì il Profeta sposò Aisha e la portò nella sua casa 3 anni dopo, circa un anno dopo la Hijra. Ma mentre lei cresceva sposò anche Umm Salama.

In un’altra parte Aisha afferma che per quel che lei ricorda i suoi genitori sono sempre stati Musulmani.

Sahih Bukhari Volume 5, Libro 58, Numero 245:

Narrato da ‘Aisha:

(la moglie del Profeta) Non ricordo i miei genitori adorare un’altra religione se non quella vera (l’Islam).

Se Aisha era più vecchia, cioè di 16 o 18 anni come alcuni Musulmani affermano, avrebbe certamente ricordato la religione dei suoi genitori prima che questi diventassero Musulmani.

Infine, nelle istruzioni relative al divorzio il Corano da per scontato il matrimonio con le cosiddette “spose bambine”. Parlando del periodo di attesa che occorre per determinare se una donna sia incinta, il Corano infatti recita: «Se avete qualche dubbio a proposito di quelle delle vostre donne che non sperano più nel mestruo, il loro termine sia di tre lunazioni. Lo stesso valga per quelle che non hanno ancora il mestruo» (Corano 65:4)

2 commenti su “Aisha la sposa bambina di Maometto

  1. Pingback: Aisha la sposa bambina di Maometto | Buseca ن!

  2. Pingback: Maometto era un pedofilo? una accusa comprovata dai testi sacri ai mussulmani. | Storia e Arte veneta

Lascia un commento

*